Imballaggi


Quadro generale

Milano, gennaio 2017

 

Il Dlgs 3 aprile 2006, n. 152 (recante "Norme in materia ambientale") riscrive, parallelamente alla normativa sui rifiuti, quella relativa alla gestione degli imballaggi e dei rifiuti di imballaggio.

Le nuove regole, che sostituiscono dal 29 aprile 2006 (data di entrata in vigore del Dlgs 152/2006) quelle recate dal Dlgs 22/1997 (cd. "Decreto Ronchi", abrogato a partire dalla stessa data), sono contenute nella "Parte quarta" del Dlgs 152/2006 in parola (dalla rubrica "Norme in materia di gestione dei rifiuti e di bonifica dei siti inquinati"), ed in particolare negli articoli dal 217 al 226 e nell'allegato E, Parte IV.

La direttiva 2015/720/Ue ha modificato la storica direttiva imballaggi 94/62/Ce aprendo alla possibilità di mettere al bando i sacchetti di plastica leggeri, al fine di diminuire il loro impatto sull'ambiente.

 

Proprio sugli shopper di plastica l'Italia ha fatto da apripista con Dl 2/2012, convertito in legge 28/2012, bandendo sin dal 25 marzo 2012 la commercializzazione di quelli monouso e consentendo la circolazione di quelli riutilizzabili purché di determinati spessori. La disciplina ha avuto diversi problemi applicativi, ma con l'operatività dal 21 agosto 2014 delle sanzioni per i trasgressori, il sistema si è avviato verso una consolidata applicazione.

La direttiva 2015/720/Ue sulla riduzione dei sacchetti di plastica leggeri si appresta ad essere recepita dal legislatore italiano che riorganizzerà a livello normativo tutta la disciplina degli shopper di plastica.

 

 

Leggi tutto

Ultimi aggiornamenti

Annunci Google

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598