Imballaggi


Quadro generale

Milano, settembre 2019

 

Il Dlgs 3 aprile 2006, n. 152 riscrive, parallelamente alla normativa sui rifiuti, quella relativa alla gestione degli imballaggi e dei rifiuti di imballaggio.

Le nuove regole, che sostituiscono dal 29 aprile 2006 (data di entrata in vigore del Dlgs 152/2006) quelle recate dal Dlgs 22/1997 (cd. "Decreto Ronchi", abrogato a partire dalla stessa data), sono contenute nella "Parte quarta" del Dlgs 152/2006 in parola (dalla rubrica "Norme in materia di gestione dei rifiuti e di bonifica dei siti inquinati"), ed in particolare negli articoli dal 217 al 226 e nell'allegato E, Parte IV.

 

La direttiva 2019/904/Ue ha dettato disposizioni per la riduzione della plastica nell'ambiente, con particolare riferimento alla plastica monouso.

 

La direttiva 2015/720/Ue ha modificato la storica direttiva imballaggi 94/62/Ce aprendo alla possibilità di mettere al bando i sacchetti di plastica leggeri, al fine di diminuire il loro impatto sull'ambiente.

 

Con il Dl 91/2017, convertito dalla legge 123/2017 l'Italia ha recepito la direttiva Ue del 2015 da un lato ha inserito la normativa già esistente in materia (Dl 2/2012, convertito dalla legge 28/2012) nella Parte IV del Codice ambientale, Dlgs 152/2006, dall'altro dettando nuove norme sui sacchetti "ultraleggeri" prima non contemplati dalla normativa.

Leggi tutto

Ultimi aggiornamenti

  • Gestione dei rifiuti, le novità del "pacchetto economia circolare" in vigore dal 4 luglio 2018 Accesso riservato (aggiornato: 2019-10-21) Parole chiave
    • Legge 4 ottobre 2019, n. 117

      Delega al Governo per il recepimento delle direttive europee e l'attuazione di altri atti dell'Unione europea - Legge di delegazione europea 2018 - Stralcio - Recepimento delle direttive su rifiuti, discariche, imballaggi, veicoli fuori uso, pile e rif (aggiornato: 2019-10-19) Parole chiave

      • Dgr Piemonte 23 febbraio 2015, n. 25-1091 Accesso riservato

        Identificazione dei contenitori ecosostenibili ai fini della riduzione del canone dovuto per lo sfruttamento delle acque minerali e di sorgente

        (aggiornato: 2019-10-18) Parole chiave
Annunci Google
  • ReteAmbiente s.r.l.
  • Sede legale:
    via Privata Giovanni Bensi 12/5, 20152 Milano
    Sede operativa:
    via Natale Battaglia 10, 20127 Milano
    R.E.A. MI - 2569357
    Registro Imprese di Milano - Codice Fiscale e Partita IVA 10966180969

    Tel. 02 45487277
    Fax 0245487333

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598