Rifiuti


Quadro generale

Milano, gennaio 2017

 

L'attuale disciplina sulla gestione dei rifiuti è costituita dai regolamenti comunitari "self executing" e dai provvedimenti nazionali di recepimento delle parallele direttive comunitarie.

 

A livello nazionale, il provvedimento madre di riferimento per la gestione dei rifiuti  è rappresentato dal Dlgs 152/2006 (cd. "Codice ambientale"), che ha sostituito lo storico Dlgs 22/1997 (cd. "Decreto Ronchi") disciplinando anche il passaggio dal vecchio al nuovo quadro regolamentare attuativo.

 

A disciplinare specifiche categorie di rifiuti (come i Raee) o particolari fasi di gestione (come i conferimenti in discarica) concorrono, unitamente alle disposizioni generali dettate del  "Codice ambientale", appositi provvedimenti normativi.

 

 

 

 

 

Leggi tutto

Ultimi aggiornamenti

  • Corte di Cassazione 20 luglio 2017, n. 35779 Accesso riservato

    Rifiuti - Trasporto e vendita senza autorizzazione ex articolo 212, Dlgs 152/2006 - Definizioni ex articoli 183, Dlgs 152/2006 - Nozione di conferimento - Gestione abusiva di rifiuti ex articolo 256, Dlgs 152/2006 - Non espressamente prevista - Sussist (aggiornato: 2017-07-24) Parole chiave

    • Sentenza Consiglio di Stato 18 luglio 2017, n. 3554 Accesso riservato

      Rifiuti - Affidamento diretto del servizio gestione rifiuti a società in house - Articolo 5, Dlgs 50/2016 - Natura ordinaria e non eccezionale dell'affidamento in house - Sussistenza - Passaggio automatico del personale del gestore uscente al nuovo aff (aggiornato: 2017-07-24) Parole chiave

      • Sentenza Tar Lombardia 23 settembre 2013, n. 780 Accesso riservato

        Rifiuti - Affidamento del servizio pubblico - "In house" - Evoluzione normativa - Articolo 34, Dl 179/2012 - Giurisprudenza comunitaria - Controllo analogo - Partecipazione minimale - Compatibile

        (aggiornato: 2017-07-24) Parole chiave
Annunci Google

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598