Rifiuti


Quadro generale

Milano, gennaio 2017

 

L'attuale disciplina sulla gestione dei rifiuti è costituita dai regolamenti comunitari "self executing" e dai provvedimenti nazionali di recepimento delle parallele direttive comunitarie.

 

A livello nazionale, il provvedimento madre di riferimento per la gestione dei rifiuti  è rappresentato dal Dlgs 152/2006 (cd. "Codice ambientale"), che ha sostituito lo storico Dlgs 22/1997 (cd. "Decreto Ronchi") disciplinando anche il passaggio dal vecchio al nuovo quadro regolamentare attuativo.

 

A disciplinare specifiche categorie di rifiuti (come i Raee) o particolari fasi di gestione (come i conferimenti in discarica) concorrono, unitamente alle disposizioni generali dettate del  "Codice ambientale", appositi provvedimenti normativi.

 

 

 

 

 

Leggi tutto

Ultimi aggiornamenti

  • L'affidamento dei servizi locali: il quadro normativo (anche per il servizio idrico) Accesso riservato (aggiornato: 2017-05-30) Parole chiave
    • Regolamento Parlamento europeo e Consiglio Ue 999/2001/Ce Accesso riservato

      Disposizioni per la prevenzione, il controllo e l'eradicazione di alcune encefalopatie spongiformi trasmissibili

      (aggiornato: 2017-05-29) Parole chiave
      • Sentenza Cassazione 26 maggio 2017, n. 26431 Accesso riservato

        Rifiuti - Carta, cartone, rottami ferrosi - Commercio ambulante - Condizioni ex articolo 266, comma 5, Dlgs 152/2006 - Licenza ex Dlgs 114/1998 - Sussistenza - Residui oggetto dell’autorizzazione - Coerenza  - Reato ex articolo 256, Dlgs 152/2006 - Ins (aggiornato: 2017-05-29) Parole chiave

Annunci Google

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598