SPECIALE Codice dell'Ambiente (Dlgs 152/2006)

A cura di Vincenzo Dragani e della Redazione Reteambiente

Segnaliamo il nuovo Seminario di Formazione sui Rifiuti di EdaPro, la società di servizi di Edizioni Ambiente

 

Autorizzazioni e rifiuti: Aia, Aua, Via e provvedimento unico regionale. Come fare

 

che si terrà a

Milano giovedì 13 marzo 2018 (vai al programma)

Segnaliamo il nuovo Seminario di Formazione sui Rifiuti di EdaPro, la società di servizi di Edizioni Ambiente

 

Classificazione rifiuti: tra complessità e incertezza

 

che si terrà a:

- Roma, giovedì 25 gennaio 2018 (vai al programma)

- Milano, giovedì 15 marzo 2018 (vai al programma)

 

La partecipazione a questi Seminari dà diritto a n. 7 crediti formativi rilasciati dal Consiglio Nazionale dei Chimici

Segnaliamo il nuovo Seminario di Formazione sui Rifiuti di EdaPro, la società di servizi di Edizioni Ambiente

 

Formulari, Sistri, Registri e Mud: la tracciabilità dei rifiuti tra conferme e sorprese

 

che si terrà a Milano, martedì 20 marzo 2018 (vai al programma)

Segnaliamo il nuovo Seminario di Formazione sui Rifiuti di EdaPro, la società di servizi di Edizioni Ambiente

 

Terre e rocce da scavo: come cambia la loro gestione per i cantieri grandi e per quelli piccoli alla luce del nuovo Dpr

 

che si terrà a:

- Roma, lunedì 5 febbraio 2018 (vai al programma)

- Milano, lunedì 26 marzo 2018 (vai al programma)

Segnaliamo il nuovo Seminario di Formazione sui Rifiuti di EdaPro, la società di servizi di Edizioni Ambiente

 

Abbandono, deposito incontrollato, discarica abusiva: concetti vecchi e problemi nuovi

 

che si terrà a:

- Milano, martedì 27 febbraio 2018 (vai al programma)

- Roma, martedì 10 aprile 2018 (vai al programma)

 

COS'È IL CODICE DELL'AMBIENTE. È il Dlgs 152/2006, provvedimento nazionale di riferimento in materia di valutazione di impatto ambientale, difesa del suolo e tutela delle acque, gestione dei rifiuti, riduzione dell'inquinamento atmosferico e risarcimento dei danni ambientali.

 

Dalla sua data di entrata in vigore (29 aprile 2006) ad oggi il Codice dell’ambiente ha subito numerose modifiche ed integrazioni ad opera di successivi provvedimenti che ne hanno ridisegnato il contenuto, così come numerosi sono stati i provvedimenti emanati in attuazione delle singole parti dello stesso decreto legislativo.

 

Il Codice ambientale, pur costituendo la trasposizione nazionale di numerose direttive Ue, non esaurisce tuttavia il novero delle norme di matrice comunitaria relative alle materia più sopra menzionate. Accanto alla disciplina recata dal Dlgs 152/2006 bisogna infatti considerare le regole Ue “self executing” (come i regolamenti su import/export dei rifiuti ed “end of waste” dei rottami metallici), ossia regole direttamente applicabili nell'ordinamento statale senza necessità di essere veicolate da provvedimenti interni.

 

 

ULTIME NOVITÀ:

 

● 5 gennaio 2018: pubblicate le regole per gli impianti di benzina con recupero vapori. Il Dm Interno 27 dicembre 2017 ha dettato disposizioni sugli impianti di distribuzione di benzina, attrezzati con sistemi di recupero dei vapori prodotti durante le operazioni di rifornimento, che prevedono il trasferimento dei vapori stessi in un impianto di deposito presente presso l'impianto di distribuzione di benzina.

 

● 1° gennaio 2018: in vigore proroga stop Sistri e tenuta digitale di scritture tradizionali tracciamento rifiuti. La legge di bilancio 2018 (legge 205/2018), in vigore a partire dal 1° gennaio 2018, stabilisce la proroga a fine 2018 della definitiva entrata in operatività del Sistri ed una procedura per il recupero dei contributi. Prevista altresì la tenuta in formato digitale dei documenti di tracciamento tradizionale dei rifiuti.

 

● 19 dicembre 2017: in vigore restylng disciplina su emissioni in atmosfera. Entra in vigore il Dlgs 183/2017 di recepimento della direttiva 2015/2193/Ue sulle emissioni degli impianti medi di combustione, che provvede al riordino della disciplina sulle autorizzazioni alle emissioni in atmosfera contenuta nella Parte V del Dlgs 152/2006.

 

● 27 novembre 2017: novità per acque, Aia, impianti di incenerimento rifiuti, emissioni in atmosfera. Con la pubblicazione sulla Gu della legge 167/2017 (“Legge europea 2017”) arrivano: una modifica dei limiti di emissione degli impianti di acque reflue urbane in aree sensibili; la rivisitazione di alcuni aspetti della disciplina sull’autorizzazione integrata ambientale; alcuni ritocchi al regime autorizzatorio degli impianti di incenerimento rifiuti; una stretta sulle emissioni degli impianti di combustione.

 

● 20 novembre 2017: annullate regole per relazioni di riferimento Aia. Pubblicata la sentenza 11452/2017 con cui il Tar del Lazio ha annullato il DmAmbiente 272/2014 recante le istruzioni per la redazione delle relazioni di riferimento ai fini dell'autorizzazione integrata ambientale (Aia).

 

● 20 novembre 2017: regole nazionali su "end of waste" del conglomerato bituminoso al vaglio dell'Ue. Il MinAmbiente ha presentato alla Commissione europea uno schema di regolamento che, in attuazione dell'articolo 184-ter del Dlgs 152/2006, reca la disciplina della cessazione della qualifica di rifiuto del conglomerato bituminoso.

 

 

ACCEDI allo Speciale Codice dell'Ambiente: quadro normativo e approfondimenti

 

 

 

Annunci Google

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598