SPECIALE Aee/Raee

Introduzione ed ultime novità

A cura di Vincenzo Dragani e della Redazione Reteambiente

MASTER "GESTIRE I RIFIUTI TRA LEGGE E TECNICA"

 

MILANO, 4 maggio — 29 giugno 2018

>Vai al programma

 

La partecipazione ai Master dà diritto a 72 crediti formativi rilasciati dal Consiglio Nazionale dei Chimici

Segnaliamo il nuovo Seminario di Formazione sui Rifiuti di EdaPro, la società di servizi di Edizioni Ambiente

 

Centri di raccolta comunali, problemi reali e soluzioni operative per la gestione dei rifiuti conferiti

 

che si terrà a Roma martedì 22 maggio 2018 (vai al programma)

Segnaliamo il nuovo Seminario di Formazione sui Rifiuti di EdaPro la società di servizi di Edizioni Ambiente

 

La tracciabilità dei rifiuti (2 giornate)

 

che si terrà a:

- Roma 28 e 29 maggio 2018 (vai al programma)

- Milano 20 e 21 giugno 2018 (vai al programma)

INTRODUZIONE

 

 

COSA SONO le "AEE" ed i "RAEE". I due acronimi indicano, rispettivamente, le Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche ("Aee") ed i Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche ("Raee").

 

COSA PREVEDONO LE NORME AMBIENTALI. Apparecchiature e relativi rifiuti sono oggetto di una particolare disciplina giuridica che coinvolge, a vario titolo, sia soggetti pubblici che soggetti privati. Le attuali regole nazionali impongono:

— il divieto di immettere sul mercato "Aee" contenenti determinate sostanze pericolose;

— l'obbligo, per i soggetti coinvolti nella filiera dei relativi rifiuti, di provvedere a raccolta differenziata, trattamento e recupero ad hoc.

 

L'intera disciplina relativa ad "Aee" e "Raee" è stata riformulata ad opera, rispettivamente, del Dlgs 4 marzo 2014, n. 27 e del Dlgs 14 marzo 2014, n. 49, provvedimenti che hanno comunque lasciato in vita alcune disposizioni dello storico Dlgs 151/2005 ed attinenti regolamenti attuativi necessari al funzionamento del sistema che ruota intorno ai rifiuti elettrici ed elettronici.

 

Vincenzo Dragani

 

ULTIME NOVITÀ

 

● 18 aprile 2018: placet del Parlamento Ue su pacchetto economia circolare. Approvate dal Parlamento Ue le proposte di modifica delle direttive su rifiuti, imballaggi, discariche, veicoli fuori uso, pile e Raee. Gli schemi dei provvedimenti attendono ora l'approvazione definitiva da parte del Consiglio Ue.

 

9 aprile 2018: opinioni Ue su classificazione rifiuti. Pubblicata sulla serie "C" della Gazzetta ufficiale dell'Unione europea una Comunicazione della Commissione Ue recante propri orientamenti tecnici sulla disciplina comunitaria in materia di classificazione dei rifiuti.

 

6 aprile 2018: Ue rettifica Elenco europeo dei rifiuti (Eer). Con un atto pubblicato sulla propria Gazzetta ufficiale l'Unione europea ha rettificato in vari punti l’elenco dei rifiuti recato dalla decisione 2014/955/Ue (in sostituzione di quello previsto dalla decisione 2000/532/Ce) modificando oltre 30 denominazioni di rifiuti associati a capitoli o codici.

 

28 febbraio 2018: il regolamento sullo statuto-tipo Consorzi Raee. Pubblicato il regolamento 13 dicembre 2017, n. 235 che approva lo statuto-tipo dei Consorzi per la gestione dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (Raee), ai sensi dell'articolo 10, comma 3, del Dlgs 49/2014.

 

31 ottobre 2017: Aee, deroga per l'uso del cadmio in alcuni Led. Pubblicata sulla Guue la direttiva delegata della Commissione 2017/1975/Ue che deroga per due anni al divieto di uso del cadmio in alcune tipologie di Led.

 

26 settembre 2017: definite nuove quote di mercato (e tariffe). Pubblicato sulla Gu un avviso con cui il Comitato di vigilanza e controllo sulla gestione dei Raee rende nota l'avvenuta determinazione delle quote di mercato attribuite a ciascun produttore di apparecchiature elettriche ed elettroniche (Aee) per il 2016 e delle tariffe da versare entro la fine di ottobre 2017.

 

29 agosto 2017: decreto su trattamento Raee anche senza regole Ue. In vigore la legge 4 agosto 2017, n. 124 "Concorrenza" che ha modificato l'articolo 18, comma 4 del Dlgs 49/2014 relativo al trattamento dei Raee. Con la modifica legislativa il Dm che determinerà gli ulteriori criteri e modalità di trattamento dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (Raee) potrà essere emanato anche nelle more delle norme minime di qualità dettate dalla Commissione europea.

 

 

 

ACCEDI al QUADRO NORMATIVO ed agli APPROFONDIMENTI dello Speciale

 

 

 

Annunci Google

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598