SPECIALE Tracciabilità rifiuti

Introduzione ed ultime novità

A cura di Vincenzo Dragani e della Redazione Reteambiente

Segnaliamo il nuovo Seminario di Formazione sui Rifiuti di EdaPro, la società di servizi di Edizioni Ambiente

 

Centri di raccolta comunali

Una soluzione circolare di gestione dei rifiuti

 

che si terrà a Roma, martedì 12 marzo 2019 (vai al programma)

Segnaliamo il nuovo Seminario di Formazione sui Rifiuti di EdaPro, la società di servizi di Edizioni Ambiente

 

Formulari, Registri, Sistri e Mud: la tracciabilità dei rifiuti tra conferme e sorprese

 

che si terrà a:

- Roma, 11 marzo 2019 (vai al programma)

- Milano, 11 aprile 2019 (vai al programma)

INTRODUZIONE

 

 

La soppressione del Sistri.

 

L'articolo 6 del Dl 14 dicembre 2018, n . 135 ("Decreto-legge Semplificazioni"), in vigore dal 15 dicembre 2018, prevede che dall'1/1/2019:

 

1) "è soppresso il sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (Sistri) (...) e conseguentemente non sono dovuti i contributi" (comma 1);

 

2) "fino alla (…) piena operatività di un nuovo sistema (…) gestito direttamente dal Ministero dell'Ambiente (…) i soggetti (…) garantiscono la tracciabilità dei rifiuti effettuando gli adempimenti di cui agli articoli 188, 189, 190 e 193" del decreto legislativo 3 aprile 2006 n. 152, "nel testo previgente alle modifiche introdotte dal decreto legislativo 3 dicembre 2010 n. 205, anche mediante le modalità di cui all'articolo 194-bis" del Dlgs 152/2006 (comma 3);

 

3) "sono abrogate, in particolare" diverse disposizioni sul Sistri recate da Dlgs 205/2010, Dl 101/2013, Dl 78/2009 (comma 2).

 

Alla luce di tutto ciò i Curatori delle presenti pagine ritengono che saranno da considerarsi come (implicitamente) abrogate dall'1/1/2019 anche:

 

a) le ulteriori disposizioni introdotte dalle disposizioni espressamente abrogate (come, ad esempio, gli articoli 188-bis e 188-ter del Dlgs 152/2006, introdotti dall'abrogato articolo 16 del Dlgs 205/2010);

 

b) le successive disposizioni di modifica di disposizioni espressamente abrogate (ad esempio le varie disposizioni di proroga dell'entrata in operatività del Sistri, come da ultimo il comma 1134 dell'articolo 1 della legge 205/2017 di modifica di disposizioni, ora abrogate, del Dl 101/2013);

 

c) le disposizioni attuative di disposizioni abrogate (ad esempio il Dm 78/2016, cd. "Testo unico Sistri", adottato in attuazione dell'abrogato articolo 188-bis del Dlgs 152/2006);

 

d) le disposizioni in contrasto o incompatibili con quanto disposto dal Dl (ad esempio le disposizioni del Dlgs 231/2001 che prevedono sanzioni per le violazioni degli obblighi Sistri non più in vigore, come quelle cui fa riferimento l'articolo 25-undecies, comma 2, lettera g) del decreto legislativo in parola).

 

Nello Speciale tracciabilità rifiuti si propone il panorama normativo che interessa il confermato sistema di tracciamento tradizionale dei rifiuti così come quello relativo all'uscente Sistri.

 

Vincenzo Dragani

 

 

ULTIME NOVITÀ

 

● 15 dicembre 2018: abolizione Sistri ad inizio 2019 è legge. Entra in vigore il decreto-legge "Semplificazioni" che stabilisce la soppressione del sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (Sistri), con decorrenza 1° gennaio 2019.

 

 

ACCEDI al QUADRO NORMATIVO ed agli APPROFONDIMENTI dello Speciale

 

 

Annunci Google

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598