News - Aggiornamento normativo

Sostanze pericolose

Milano, 2 giugno 2011

Fotovoltaico escluso da limitazioni direttiva sostanze pericolose

Sostanze pericolose

(Francesco Petrucci)
Parole chiave Parole chiave: Sostanze pericolose | Elettrodomestici / Domotica / Computer | Rifiuti | Elettricità | Illuminazione | Metalli pesanti | Limiti / Soglie

I moduli fotovoltaici sono esclusi dall’applicazione delle restrizioni all’uso di determinate sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche.

 

Il Consiglio Ue ha comunicato il 27 maggio 2011 di avere definitivamente approvato le modifiche alla direttiva 2002/95/Ce che vieta l’uso di sei sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche. Secondo le modifiche, le disposizioni della direttiva non si applicano ai moduli fotovoltaici, per agevolare lo sviluppo delle energie rinnovabili nella Ue. Escluse temporaneamente anche le lampadine a risparmio energetico.

 

Tra le altre novità, l’estensione della protezione dalle sostanze pericolose a più apparecchi elettrici oltre che a cavi e pezzi di ricambio e il miglioramento della sicurezza dei prodotti come telefoni cellulari, frigoriferi e giocattoli elettronici. Gli Stati membri avranno 18 mesi dalla pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale Ue per adeguare le leggi nazionali alle nuove norme.

documenti di riferimento
Direttiva Parlamento europeo e Consiglio Ue 2002/95/Ce

Restrizione dell'uso di determinate sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche - Aee

© Copyright riservato - riproduzione vietata - ReteAmbiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google
  • ReteAmbiente s.r.l.
  • via privata Giovanni Bensi 12/5,
    20152 Milano

    Tel. 02 45487277
    Fax 0245487333

    R.E.A. MI - 2569357
    Registro Imprese di Milano - Codice Fiscale e Partita IVA 10966180969

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598