News - Aggiornamento normativo

Appalti e acquisti verdi

Milano, 20 marzo 2020 - 09:30

Appalti verdi, i criteri ambientali "Gpp" per data center

Appalti e acquisti verdi (Documentazione Complementare)

(Francesco Petrucci)

Appalti verdi, i criteri ambientali "Gpp" per data center

La Commissione europea l'11 marzo 2020 ha rilasciato un documento di lavoro coi criteri ambientali "Gpp" per i centri elaborazione dati (Ced), le sale server e i servizi cloud.

 

L'uso dei criteri ambientali minimi approvati dallo staff di lavoro della Commissione nel documento 11 marzo 2020 (che rappresenta l'atto definitivo in materia) è volontario. I criteri sono formulati in modo tale che, se ritenuto appropriato dalla singola Autorità, possono essere (parzialmente o completamente) integrati nei documenti di gara dell'Autorità con una modifica minima. Oggetto dei criteri ambientali sono in particolare data center che forniscono servizi di archiviazione, elaborazione e trasporto dei dati, sale che contengono i server, data center che forniscono servizi digitali nel cloud.

 

Naturalmente, ricorda la Commissione, quando un'amministrazione aggiudicatrice vuole utilizzare i criteri suggeriti nel presente documento, deve farlo in modo tale da garantire il rispetto dei requisiti della legislazione dell'Ue in materia di appalti pubblici (ad esempio le norme sui criteri di aggiudicazione, articoli 67 e 68 della direttiva 2014/24/Ue).

documenti di riferimento
Direttiva Parlamento e Consiglio Ue 2014/24/Ue

Direttiva sugli appalti pubblici - Abrogazione direttiva 2004/18/Ce

Documento di lavoro Commissione Ue 11 marzo 2020

Appalti verdi - Criteri ambientali "Gpp" per centri elaborazione dati, sale server, servizi cloud

SPECIALE Codice appalti (Dlgs 50/2016) ed ambiente
A cura di Vincenzo Dragani e della Redazione Reteambiente

© Copyright riservato - riproduzione vietata - ReteAmbiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google
  • ReteAmbiente s.r.l.
  • via privata Giovanni Bensi 12/5,
    20152 Milano

    Tel. 02 45487277
    Fax 0245487333

    R.E.A. MI - 2569357
    Registro Imprese di Milano - Codice Fiscale e Partita IVA 10966180969

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598