News - Aggiornamento normativo

Sostanze pericolose

Milano, 12 giugno 2020 - 09:35

Reach, avanzano restrizioni per microplastiche

Sostanze pericolose (Attualità)

(Alessandro Geremei)

Reach, avanzano restrizioni per microplastiche

Il Comitato per la valutazione dei rischi (Rac) dell'Agenzia europea delle sostanze chimiche (Echa) sostiene la limitazione dell'uso di microplastiche aggiunte intenzionalmente e raccomanda più rigore per i polimeri biodegradabili.

 

A renderlo noto è la stessa Echa attraverso un comunicato stampa pubblicato il 10 giugno 2020, nel quale si legge che il progetto di parere del Rac, approvato anche dal Comitato per l'analisi socioeconomica (Seac) dell'Agenzia oltre a raccomandare anche una soglia limite più bassa per l'utilizzo intenzionale delle microplastiche propone anche la messa al bando all'uso delle microplastiche nei campi sportivi in erba sintetica (nell'arco di 6 anni).

 

Il parere, che viene sottoposto a consultazione per 2 mesi, dovrebbe essere definitivamente approvato entro la fine del 2020. La decisione definitiva sulle restrizioni spetterà alla Commissione europea, previo scrutinio del Consiglio Ue e del Parlamento europeo.

 

Prosegue quindi il percorso avviato dalla stessa Echa all'inizio del 2019, con la predisposizione di un fascicolo sull'utilizzo intenzionale delle microplastiche nei prodotti ai sensi dell'articolo 59 del regolamento "Reach" 1907/2006/Ce. L'attività in questione, secondo le stime, comporta il rilascio nell'ambiente dell'Unione europea di più di 42mila tonnellate di microplastiche all'anno.

 

documenti di riferimento
Proposta Echa 11 gennaio 2019 di restrizione ai sensi del Regolamento 1907/2006/Ce ("Reach") relativa alle microplastiche

Proposta di restrizione per particelle di microplastiche intenzionalmente aggiunte a miscele utilizzate da consumatori o professionisti - Testo in inglese

SPECIALE Classificazione sostanze e rifiuti
A cura di Vincenzo Dragani e della Redazione Reteambiente

© Copyright riservato - riproduzione vietata - ReteAmbiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google
  • ReteAmbiente s.r.l.
  • via privata Giovanni Bensi 12/5,
    20152 Milano

    Tel. 02 45487277
    Fax 0245487333

    R.E.A. MI - 2569357
    Registro Imprese di Milano - Codice Fiscale e Partita IVA 10966180969

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598