News - Aggiornamento normativo

Economia sostenibile/circolare

Milano, 24 giugno 2020 - 14:09

Consiglio Ue ambiente, Covid-19: "Recovery Plan" sia verde

Economia sostenibile/circolare (Attualità)

(Francesco Petrucci)
Parole chiave Parole chiave: Economia sostenibile/circolare | Rifiuti | Sanità / Igiene | Plastica | Emergenze | Incentivi / agevolazioni / sussidi | Recupero / Riciclo | End of waste / Mps | Mercato / Commercio

Consiglio Ue ambiente, Covid-19: "Recovery Plan" sia verde

Il Consiglio dei Ministri Ue dell'ambiente nella riunione del 23/6/2020 ha sottolineato che il "Recovery Plan" della Commissione Ue per la ripresa post Covid-19 deve essere coerente con gli obiettivi Ue su clima ed energia.

 

Grande attenzione è stata dedicata dai Ministri europei per l'ambiente alla ripresa dell'economia dopo la crisi della pandemia Covid-19. I Ministri hanno convenuto che il Green Deal per l'Europa dovrebbe guidare la ripresa verso una crescita verde e un'Unione più resiliente. Secondo il presidente di turno del Consiglio Ue (Croazia, che a breve cederà il posto alla Germania) "gli investimenti pubblici nella ripresa dopo la crisi Covid-19 dovrebbero rispettare il giuramento verde di "non danneggiare" e dovremmo cercare di rendere il sostegno finanziario coerente con gli obiettivi dell'Ue in materia di clima e ambiente." Il Piano per la ripresa dell'Europa (Recovery Plan) lanciato dalla Commissione europea con 750 miliardi di euro per la ripartenza deve essere coerente, secondo i Ministri, con gli obiettivi di decarbonizzazione dell'Unione al 2050 e la lotta al cambiamento climatico.

 

Tra i punti discussi, l'economia circolare, con particolare attenzione al riciclaggio, una politica di prodotto sostenibile e più azioni sulla plastica, nonché un collegamento con la strategia imminente per i prodotti chimici. Molti ministri hanno sottolineato che l'economia circolare può dare impulso in particolare alla creazione di posti di lavoro locali e aumentare la resilienza rendendo l'Europa meno dipendente dalle importazioni. È stata anche menzionata l'importanza di creare un mercato ben funzionante per le materie prime secondarie.

© Copyright riservato - riproduzione vietata - ReteAmbiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google
  • ReteAmbiente s.r.l.
  • via privata Giovanni Bensi 12/5,
    20152 Milano

    Tel. 02 45487277
    Fax 0245487333

    R.E.A. MI - 2569357
    Registro Imprese di Milano - Codice Fiscale e Partita IVA 10966180969

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598