News - Aggiornamento normativo

Sostanze pericolose

Milano, 2 dicembre 2020 - 17:00

Inquinanti organici persistenti, deroga in arrivo per il Pfoa

Sostanze pericolose (Normativa in Cantiere)

(Alessandro Geremei)

Inquinanti organici persistenti, deroga in arrivo per il Pfoa

La Commissione europea propone di introdurre una deroga "sanitaria" alle limitazioni d'uso per l'acido perfluoroottanoico (Pfoa) imposte dal regolamento  2019/1021/Ue sugli inquinanti organici persistenti (Pop).

 

L'esecutivo Ue (proposta di regolamento delegato del 27 novembre 2020) risponde così alle preoccupazioni manifestate dal settore dei dispositivi medici, riguardanti la presenza non intenzionale di Pfoa in alcuni articoli, anche essenziali per il trattamento dei pazienti, in concentrazioni superiori al limite di 25 ppb entrato in vigore il 4 luglio 2020 (ai sensi di quanto disposto dal regolamento 2020/784/Ue di modifica del regolamento "Pop" 2019/1021/Ue).

 

Per consentire il proseguimento della produzione dei dispositivi medici in questione, la Commissione propone quindi di modificare la voce relativa al Pfoa di cui allegato I del regolamento "Pop", mediante l'introduzione di un livello di contaminante non intenzionale in tracce (Utc) pari a 2 ppm (2 mg/kg, 0,0002 % in peso) per i dispositivi medici diversi dai dispositivi impiantabili e dai dispositivi invasivi.

 

La Commissione propone poi di sopprimere il riferimento al limite di 400 kilogray, ritenuto eccessivamente specifico, dalle condizioni collegate all'Utc per le micropolveri di politetrafluoroetilene (Ptfe).

documenti di riferimento
Regolamento Parlamento europeo e Consiglio Ue 2019/1021/Ue

Regolamento relativo agli inquinanti organici persistenti - Rifusione - Abrogazione regolamento 850/2004/Ce

Regolamento Commissione Ue 2020/784/Ue

Inquinanti organici persistenti (Pop) - Inserimento dell'acido perfluoroottanoico (Pfoa), dei suoi sali e dei composti a esso correlati - Modifica dell'allegato I del regolamento 2019/1021/Ue

SPECIALE Classificazione sostanze e rifiuti
A cura di Vincenzo Dragani e della Redazione Reteambiente

© Copyright riservato - riproduzione vietata - ReteAmbiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google
  • ReteAmbiente s.r.l.
  • via privata Giovanni Bensi 12/5,
    20152 Milano

    Tel. 02 45487277
    Fax 0245487333

    R.E.A. MI - 2569357
    Registro Imprese di Milano - Codice Fiscale e Partita IVA 10966180969

© Tutti i diritti riservati - Reteambiente.it
Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598