News - Aggiornamento normativo

Rifiuti

Milano, 15 gennaio 2021 - 16:10

Pneumatici fuori uso, mercato "di primo equipaggiamento" alza il prezzo

Rifiuti (Normativa Vigente)

(Alessandro Geremei)

Pneumatici fuori uso, mercato "di primo equipaggiamento" alza il prezzo

Dall'11 gennaio 2021 i soggetti che acquistano un nuovo veicolo (moto, auto, camion e macchine agricole) devono versare contributi più alti – fino al 46% di aumento - per la gestione dei pneumatici fuori uso.

 

La nuova quantificazione dei contributi, individuata dal Comitato di gestione dei Pfu e comunicata al MinAmbiente in conformità con le disposizioni di cui all'articolo 9 del Dm 182/2019 (Regolamento Pfu), è entrata in vigore l'11 gennaio 2021.

 

A partire da tale data, i rivenditori di veicoli devono riscuotere il contributo Pfu – per poi versarlo nell'apposito fondo destinato a finanziare la gestione dei Pfu provenienti dalla filiera dei veicoli fuori uso — sulla base dei nuovi valori che sostituiscono quelli applicati nell'ultimo anno e mezzo ai sensi del decreto MinAmbiente del 24 aprile 2019 (in vigore dal 9 maggio 2019).

 

Nel passaggio, i contributi aumentano per tutte le categorie di veicoli con percentuali che vanno da un massimo del + 46% per i pneumatici degli autoveicoli (da 4,17 €/veicolo a 6,09 €/veicolo) a un minimo del + 11% per i pneumatici dei ciclomotori e dei motoveicoli (da 1,64 €/veicolo a 0,71 €/veicolo). Il contributo per le varie categorie di pneumatici degli autocarri aumenta del 40%, quello applicabile ai pneumatici delle macchine agricole, operatrici e industriali registra un +26%.

 

documenti di riferimento
Dlgs 3 aprile 2006, n. 152

Norme in materia ambientale - Stralcio - Parte IV - Gestione dei rifiuti, imballaggi e bonifica dei siti inquinati

Dm Ambiente 19 novembre 2019, n. 182

Regolamento recante la disciplina dei tempi e delle modalità attuative dell'obbligo di gestione degli pneumatici fuori uso - Attuazione articolo 228, comma 2, Dlgs 152/2006

© Copyright riservato - riproduzione vietata - ReteAmbiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google
  • ReteAmbiente s.r.l.
  • via privata Giovanni Bensi 12/5,
    20152 Milano

    Tel. 02 45487277
    Fax 0245487333

    R.E.A. MI - 2569357
    Registro Imprese di Milano - Codice Fiscale e Partita IVA 10966180969

© Tutti i diritti riservati - Reteambiente.it
Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598