Energia

Giurisprudenza

print

Sentenza Consiglio di Stato 20 settembre 2012, n. 4997

Energie rinnovabili - Impianti eolici - Autorizzazione paesaggistica - Rilascio -Annullamento ex articolo 159, Dlgs 42/2004  - Tardività - Conseguenze - llegittimità - Annullamento d'ufficio ex legge 241/1990 - Rispetto principi generali procedimento amministrativo - Necessità

Parole chiave Parole chiave: Energie rinnovabili | Energia | Eolico | Autorizzazioni | Beni culturali e paesaggistici | Autorizzazioni | Eolico | Energie rinnovabili | Beni culturali e paesaggistici | Procedure semplificate

La presente pronuncia è correlata ai seguenti provvedimenti

Altre pronunce sullo stesso argomento

  • Sentenza Consiglio di Stato 24 dicembre 2020, n. 8315

    Rifiuti - Impianti destinati al recupero di rifiuti urbani non pericolosi - Autorizzazione impianto di produzione di biometano mediante trattamento di rifiuti organici - Articolo 12, Dlgs 387/2003 - Realizzazione nel territorio regionale - Principio di libera circolazione dei rifiuti urbani non pericolosi - Articolo 181, comma 5, Dlgs 152/2006 - Principio cardine - Sussistenza - Principio di prossimità - Opzione preferibile tra più scelte - Sussistenza - Piano regionale rifiuti Piemonte - Dcr 19 aprile 2016, n. 140-14161 - Realizzazione nuovi impianti di recupero - Fabbisogno - Obiettivo dell'autosufficienza - Valutazione con riferimento all'intero territorio regionale e non al singolo Ambito territoriale ottimale (Ato) - Legittimità - Sussistenza

  • Sentenza Consiglio di Stato 3 dicembre 2020, n. 7656

    Energia - Energia rinnovabili - Realizzazione di impianti eolici - Articolo 12, Dlgs 387/2003 - Impianto autorizzato con autorizzazione regionale - Potere dell'Amministrazione statale di avocazione del procedimento e sospensione dei lavori - Articolo 150, Dlgs 42/2004 - Configurabilità - Solo nelle more dell'apposizione di un vincolo paesaggistico sull'area - Sussistenza - Natura di carattere generale del potere - Esclusione

  • Sentenza Consiglio di Stato 3 dicembre 2020, n. 7656

    Energia - Energia rinnovabili - Realizzazione di impianti eolici - Articolo 12, Dlgs 387/2003 - Impianto autorizzato con autorizzazione regionale - Potere dell'Amministrazione statale di avocazione del procedimento e sospensione dei lavori - Articolo 150, Dlgs 42/2004 - Configurabilità - Solo nelle more dell'apposizione di un vincolo paesaggistico sull'area - Sussistenza - Natura di carattere generale del potere - Esclusione

  • Sentenza Tar Lazio 24 novembre 2020, n. 12464

    Energia - Impianti a fonti rinnovabili - Autorizzazione - Articolo 12, Dlgs 387/2003 - Procedura semplificata - Denuncia di inizio attività (Dia), ora procedura abilitativa semplificata (Pas) - Accesso alla tariffa incentivante - Richiesta del Gse al Comune di produrre dichiarazione attestante l'idoneità della Dia o Pas rilasciata - Diniego di rilascio da parte del Comune della richiesta di dichiarazione di idoneità della Dia - Effetto preclusivo della concessione dell'incentivo - Legittimità - Sussistenza - Sindacato del Gestore dei servizi energetici (Gse) sui titoli autorizzativi dell'Ente territoriale - Esclusione

  • Sentenza Consiglio di Stato 16 novembre 2020, n. 7052

    Energia - Impianti a fonti rinnovabili - Autorizzazione - Procedimento di autorizzazione unica - Articolo 12, Dlgs 387/2003 - Determinazione conclusiva della Conferenza di servizi - Natura - Atto istruttorio endoprocedimentale a contenuto consultivo - Sussistenza - Diversità rispetto al provvedimento finale adottato dall’Amministrazione procedente - Sussistenza - Eventi di fatto o di diritto sopravvenuti nel periodo tra la determinazione conclusiva della Conferenza di servizi e il rilascio del provvedimento autorizzatorio - Rilevanza ai fini della decisione finale - Sussistenza

  • Sentenza Tar Basilicata 16 novembre 2020, n. 721

    Energia - Impianti a fonti rinnovabili - Impianto fotovoltaico - Autorizzazione unica - Articolo 12, Dlgs 387/2003 - Improcedibilità della domanda - Superamento della soglia di potenza assentibile dal Piano di indirizzo energetico ambientale regionale - Allegato alla Lr Basilicata 1/2010 - Calcolo della potenza dell'impianto cumulandola con altre iniziative imprenditoriali nella stessa area - Illegittimità - Sussistenza - Finalità antielusive della norma regionale - Esclusione

  • Ordinanza Corte di Cassazione Sezioni Unite civili 12 novembre 2020, n. 25578

    Rumore - Energia - Impianti eolici - Autorizzazione - Articolo 12, Dlgs 387/2003 - Immissioni rumorose - Superamento della normale tollerabilità - Articolo 844, Codice civile - Azione per la cessazione delle immissioni o la riduzione del rumore - Richiesta di risarcimento danni derivanti dalle immissioni rumorose - Articolo 2043, Codice civile - Giurisdizione del Giudice ordinario - Sussistenza

  • Sentenza Tar Basilicata 11 settembre 2020, n. 547

    Energia - Valutazione di impatto ambientale - Costruzione di un impianto eolico - Richiesta di proroga del giudizio favorevole di compatibilità ambientale (N.d.R: articolo 25, Dlgs 152/2006) - Richiesta di proroga del termine di inizio e fine lavori - Articolo 12, Dlgs 387/2003 - Presenza di un termine massimo per la richiesta - Esclusione - Presentazione della richiesta non oltre il termine di scadenza del relativo provvedimento - Sufficienza

  • Sentenza Tar Molise 6 agosto 2020, n. 233

    Energia - Impianto fotovoltaico - Domanda di autorizzazione - Articolo 12, Dlgs 387/2003 - Regione Molise - Provedimento di screening ambientale - Conclusione successiva all'approvazione delle nuove linee guida sulla realizzazione degli impianti - Dgr 621/2011 - Applicabilità delle nuove indicazioni delle Linee guida - Sussistenza - Conseguenze - Integrazione documentale della domanda - Sussistenza - Mancata integrazione - Effetti - Decadenza della domanda - Sussistenza

  • Sentenza Tar Abruzzo 16 luglio 2020, n. 269

    Energia - Rifiuti - Impianto di produzione di biometano derivante dalla frazione organica dei rifiuti solidi urbani - Procedimento autorizzatorio unico regionale (Paur) - Articolo 27-bis, Dlgs 152/2006 - Autorizzazione unica impianti a fonti rinnovabili - Articolo 12, Dlgs 387/2003 - Utilizzo al posto della procedura abilitativa semplificata (Pas) - Articolo 8-bis, Dlgs 28/2011 - Possibilità - Sussistenza - Obbligo di usare la procedura più semplice - Esclusione - Vincolo solo per la Pubblica Amministrazione - Sussistenza

  • Sentenza Tar Puglia 14 maggio 2020, n. 672

    Energia - Impianti a fonti rinnovabili - Caratteristiche - Opere di pubblica utilità indifferibili e urgenti - Condizioni - Articolo 12, Dlgs 387/2003 - Ottenimento dell'autorizzazione unica - Necessità - Sussistenza - Carattere indifferibile e urgente di per sé - Esclusione - Contrasto con le esigenze costituzionali di tutela dell'ambiente e del paesaggio - Sussistenza

  • Sentenza Tar Sardegna 26 febbraio 2020, n. 118

    Energia - Autorizzazione impianto a biomassa - Articolo 12, Dlgs 387/2003 - Rilascio - Condizioni - Dimostrazione tramite titolo giuridico di natura reale o personale di avere la disponibilità del terreno ove realizzare l’impianto - Necessità - Convenzione con il Comune non perfezionata od oggetto di decadenza - Effetti - Mancanza del requisito della disponibilità del terreno - Sussistenza - Conseguenze - Rigetto dell’istanza di autorizzazione - Legittimità - Sussistenza

     

  • Sentenza Consiglio di Stato 15 gennaio 2020, n. 377

    Energia - Autorizzazione impianti a fonti rinnovabili - Articolo 12, Dlgs 387/2003 - Rilascio di autorizzazione in zona non destinata alla localizzazione di impianti industriali - Conseguenze - Variazione della destinazione urbanistica e conformità alle destinazioni urbanistiche dell'impianto - Sussistenza - Parere negativo del Comune - Rilevanza - Insussistenza

  • Sentenza Consiglio di Stato 14 gennaio 2020, n. 352

    Territorio - Edilizia - Beni paesaggistici - Autorizzazione paesaggistica - Rilascio dell'autorizzazione "in sanatoria" dopo la realizzazione degli interventi - Articoli 146, 159 e 167, Dlgs 42/2004 - Possibilità - Esclusione - Rilascio provvedimento di compatibilità paesaggistica ex post solo per abusi minori  Possibilità - Sussistenza

  • Sentenza Tar Lazio 28 ottobre 2019, n. 12353

    Energia - Impianti per la produzione di energia a fonti rinnovabili - Impianto a biogas da discarica - Richiesta della qualifica Iafr (impianto per la produzione di energia da fonti rinnovabili) al fine dell'ottenimento degli incentivi - Possesso dell'autorizzazione unica ai sensi dell'articolo 12, Dlgs 387/2003 - Necessità - Sussistenza - Coincidenza tra titolare dell'autorizzazione unica e richiedente l'incentivo - Necessità - Sussistenza

  • Sentenza Corte Costituzionale 26 luglio 2018, n. 177

    Energia – Fonti alternative – Impianti eolici – Campania - Autorizzazioni impianti di produzione da energia eolica – Moratoria – Articolo 15, comma 3, legge regionale n. 6 del 2016 – Contrasto con la tempistica accelerata ex art. 12, comma 4, Dlgs. n. 387 del 2003 – Violazione articoli 41, 97 e 117  Costituzione – Illegittimità

  • Sentenza Consiglio di Stato 6 marzo 2018, n. 1457

    Territorio - Attività d'impresa su area limitrofa a litorale - Autorizzazione - Rilascio autorizzazione archeologica e successiva revoca - Occupazione area da parte della P.A. - Dichiarazione dell'illegittima occupazione dell'Amministrazione - Lesione principio correttezza e buona amministrazione - Articolo 97, Costituzione - Affidamento del privato - Articoli 21-quiquies e 21-nonies, legge 241/1990 - Risarcimento danni - Articolo 1223, Codice civile - Legittimità - Sussistenza

  • Sentenza Corte di Cassazione 12 gennaio 2018, n. 888

    Via - Energia - Impianto fotovoltaico - Autorizzazione - Dlgs 387/2003 - Valutazione di impatto ambientale - Impianto superiore a 1 MW - Necessità - Frazionamento dell'impianto - Intento elusivo della normativa autorizzatoria - Sussistenza - Realizzazione senza autorizzazione - Integrazione del reato ex articolo 44, comma 1, lettera b), Dpr 380/2001 - Sussistenza

  • Sentenza Consiglio di Stato 3 gennaio 2018, n. 28

    Energie rinnovabili - Impianto eolico - Autorizzazione unica - Dlgs 387/2003, articolo 12 - Procedimento - Conferenza dei servizi - Dissenso "ambientale" - Superamento - Articolo 14-quater, legge 241/1990 -Deliberazione del Consiglio dei Ministri - Rilascio dell'autorizzazione da parte della Regione - Conseguenze - Nullità - Carenza di potere - Sussistenza

  • Sentenza Consiglio di Stato 11 novembre 2016 n. 4676

    Energia - Autorizzazione impianti a fonti rinnovabili - Articolo 12, Dlgs 387/2003 - Conferenza dei servizi - Rilascio titolo autorizzatorio - Successivo provvedimento di dichiarazione di interesse pubblico dell'area interessata dall'impianto - Blocco attività autorizzata - Illegittimità - Sussistenza

  • Sentenza Consiglio di Stato 28 ottobre 2016, n. 4538

    Energia - Impianti a fonti rinnovabili - Autorizzazione unica - Articolo 12, comma 4-bis Dlgs 387/2003 - Disponibilità dell'area dove realizzare l'impianto - Conseguimento anche in corso del procedimento autorizzatorio - Possibilità - Solo per impianti a biomassa in zona agricola - Articolo 65, comma 5, Dl 1/2012

  • Sentenza Consiglio di Stato 11 luglio 2016, n. 3081

    Energia - Autorizzazione unica - Articolo 12, Dlgs 387/2003 - Impianti a fonti rinnovabili - Procedimento per valutare se sottoporre l'impianto a verifica di assoggettabilità a Via - Articolo 20, Dlgs 152/2006 - Condizioni - Rispetto da parte dell'Autorità competente dei tempi del procedimento - Necessità

  • Sentenza Consiglio di Stato 5 maggio 2016, n. 1790

    Energie rinnovabili - Impianto a biomassa - Utilizzo di feci e liquami bovini - Autorizzazione unica alla realizzazione dell'impianto ex Dlgs 387/2003 - Verifica compatibilità con normativa sui rifiuti - Necessità

  • Sentenza Consiglio di Stato 21 aprile 2016, n. 1589

    Energia - Autorizzazione unica - Impianto eolico - Articolo 12, Dlgs 387/2003 - Valutazione di impatto ambientale - Parere di Via - Espressione nell'ambito della conferenza dei servizi - Necessità - Condizioni - Via negativa - Preclusione assoluta all'autorizzazione unica - Esclusione

  • Sentenza Consiglio di Stato 31 marzo 2016, n. 1274

    Energia - Impianto a biomassa - Autorizzazione unica - Articolo 12, Dlgs 387/2003 - Localizzazione in area agricola - Possibilità automatica - Esclusione - Valutazione discrezionale rimessa all'Amministrazione - Sussistenza - Via - Procedimento - Autonomia rispetto al procedimento di autorizzazione unica

  • Sentenza Consiglio di Stato 23 marzo 2016, n. 1201

    Territorio - Beni paesaggistici - Impianto a fonti rinnovabili - Autorizzazione paesaggistica - Diniego - Ragioni - Motivazione - Generica minore fruibilità del paesaggio - Insufficienza

  • Sentenza Tar Friuli Venezia Giulia 15 febbraio 2016, n. 45

    Tutela delle acque - Autorizzazione per costruzione impianto a biogas - Articolo 12, comma 7, Dlgs 387/2003 - Smaltimento dei residui contenenti nitrati -  In caso di superamento limiti di legge - Diniego - Legittimità

  • Sentenza Tribunale superiore acque pubbliche 2 febbraio 2016, n. 23/16

    Energia - Impianti idroelettrici - Autorizzazione - Rapporti con il Comune - Previsione di canoni annui in percentuale sui ricavi dell’attività - Natura - Royalties - Illegittimità - Sussistenza

  • Sentenza Consiglio di Stato 3 novembre 2015, n. 5001

    Energia - Impianto eolico - Autorizzazione - Parere della Soprintendenza - Diniego automatico - Ragioni - Presenza di altri impianti nella stessa area - Legittimità - Esclusione - Congrua motivazione - Necessità

  • Sentenza Consiglio di Stato 13 ottobre 2015, n. 4712

    Via - Articolo 20, Dlgs 152/2006 - Realizzazione di un parco eolico - Procedimento - Articolo 12, Dlgs 387/2003 - Conclusione - Applicabilità del silenzio-assenso - Esclusione - Norma regionale che lo prevede - Disapplicazione - Legittimità - Sussistenza

  • Sentenza Consiglio di Stato 1° luglio 2015, n. 3252

    Energia - Impianti eolici offshore - Autorizzazione - Articolo 12, Dlgs 387/2003 - Competenza statale - Sussiste - Distanza dalla terraferma ai fini dell'attribuzione della competenza tra Stato e Regione - Irrilevanza

  • Sentenza Consiglio di Stato 3 giugno 2015, n. 2728

    Energia - Impianto a biogas - Autorizzazione - Articolo 12, Dlgs 387/2003 - Realizzazione di impianto di teleriscaldamento - Natura - Misura di compensazione patrimoniale in favore della Regione o Provincia - Esclusione

  • Sentenza Consiglio di Stato 27 aprile 2014, n. 2071

    Energia - Impianti a fonti rinnovabili - Autorizzazione - Denuncia di inizio attività - Illegittimità - Motivi - Mancanza dell'autorizzazione paesaggistica - Sussistenza - Opera indifferibile e urgente - Esclusione - Condizione prevista solo per impianti dotati di autorizzazione unica

  • Sentenza Corte di Cassazione 21 aprile 2015, n. 16624

    Energia - Impianti eolici - Realizzazione in area già bruciata da incendi - Condizioni - Limiti - Autorizzazione - Frazionamento fraudolento degli impianti per accedere al titolo autorizzatorio semplificato - Realizzazione abusiva - Articolo 44, Dpr 380/2001 - Sequestro preventivo - Condizioni - Sussistenza

  • Sentenza Consiglio di Stato 22 gennaio 2015, n. 236

    Energia - Impianto eolico - Inclusione nel progetto in area idonea - Effetti - Automatica idoneità alla realizzazione - Esclusione - Giudizio di valutazione di impatto ambientale - Necessaria valutazione positiva per effetto dell'idoneità dell'area alla realizzazione degli impianti - Esclusione

  • Sentenza Consiglio di Stato 23 ottobre 2014, n. 5249

    Energia - Realizzazione impianti a fonti rinnovabili - Linee guida nazionali - Carattere sussidiario rispetto alle Linee guida regionali - Sussiste - Autorizzazione unica - Disciplina - Applicazione nuove norme regionali alle domande ancora in corso - Legittimità

  • Sentenza Consiglio di Stato 14 ottobre 2014, n. 5092

    Valutazione di impatto ambientale - Energia - Impianti eolici - Verifica di assoggettamento a Via -Valutazione impatti cumulativi degli impianti - Necessità

  • Sentenza Consiglio di Stato 13 ottobre 2014, n. 5050

    Energia - Impianto eolico - Autorizzazione - Presentazione della domanda - Valutazione - In ordine cronologico - Secondo data di protocollazione della domanda - Nozione di variante - Riferimento al Dpr 380/2001 - Erroneità

  • Sentenza Consiglio di Stato 22 settembre 2014, n. 4775

    Energia - Impianti eolici - Comparazione tra tutela paesaggistica e sviluppo delle energie rinnovabili - Sindacato del Giudice su atto amministrativo - Oggetto - Eccesso di potere - Travisamento dei fatti  - Possibilità

  • Sentenza Consiglio di Stato 22 settembre 2014, n. 4727

    Energia - Impianto a biogas - Valutazione di impatto ambientale - Sottoposizione a Via - Esclusione - Basata esclusivamente sulla soglia di potenza dell'impianto - Illegittimità

  • Sentenza Consiglio di Stato 9 settembre 2014, n. 4566

    Energia – Impianti eolici – Regione – Assoggettamento "automatico" a Via – Illegittimità – Sussiste – Screening ambientale – Articolo 20, Dlgs 152/2006 - Su progetto definitivo – Esclusione – Autorizzazione unica – Dlgs 387/2003 – Rispetto termini procedimento - Necessità

  • Sentenza Corte Costituzionale 16 luglio 2014, n. 199

    Appalti - Servizi locali di rilevanza economica - Affidamento diretto - A società pubblico-privata - Legge regionale - Limiti - Condizioni - Impianti eolici - Individuazione regionale aree idonee con esclusione di tutte le altre - Illegittimità costituzionale - Sussiste

  • Sentenza Consiglio di Stato 14 luglio 2014, n. 3645

    Energia - Impianti a fonti rinnovabili - Autorizzazione unica - Dlgs 387/2003 -Valutazione compatibilità paesaggistico-ambientale - Necessità

  • Sentenza Consiglio di Stato 7 luglio 2014, n. 3436

    Energia - Acque - Impianto idroelettrico - Autorizzazione unica - Controversie - Giurisdizione - Tribunale Superiore delle Acque - Sussistenza

  • Sentenza Corte Costituzionale 2 luglio 2014, n. 189

    Energie rinnovabili - Autorizzazione unica impianti - Dlgs 387/2013 - Procedimento - Legge regionale - Introduzione parere obbligatorio di un Comitato tecnico - Aggravamento del procedimento - Contrasto con principi fondamentali statali in materia - Illegittimità costituzionale

  • Sentenza Consiglio di Stato 12 giugno 2014, n. 2999

    Energie rinnovabili - Impianto eolico - Autorizzazione unica - Dlgs 387/2003 - Conferenza dei servizi - Procedimento - Dissenso Soprintendenza - Superamento - Intervento del Consiglio dei Ministri - Legittimità

  • Sentenza Corte Costituzionale 11 giugno 2014, n. 166

    Energia - Impianti a biomassa in area agricola - Autorizzazione - Condizioni - Legge regionale - Uso di biomassa da "filiera corta" - Travalicazione principi nazionali - Dlgs 387/2003, articolo 12 - Sussiste - Illegittimità costituzionale

  • Sentenza Consiglio di Stato 27 maggio 2014, n. 2699

    Energia - Impianto di cogenerazione a biomassa - Autorizzazione unica - Dlgs 387/2003 - Opera "connessa" - Nozione - Serra che riceve calore dall'impianto - Esclusione

  • Sentenza Consiglio di Stato 28 aprile 2014, n. 2184

    Impianto eolico - Realizzazione - Autorizzazione unica - Dlgs 387/2003 -Procedimento - Termine di conclusione - Natura - Perentorio - Ritardo della P.a. nella conclusione del procedimento - Illegittimità - Successivo diniego autorizzazione -Effetti sulla illegittimità del ritardo - Irrilevanza

  • Sentenza Consiglio di Stato 16 aprile 2014, n. 1914

    Energia - Impianto eolico - Autorizzazione unica - Dlgs 387/2003 - Condizioni -Acquisizione decreto sospensione usi civici - Mancanza - Conseguenze - Diniego svincolo usi civili - Legittimità - Sussiste

  • Sentenza Consiglio di Stato 31 marzo 2014, n. 1541

    Energie rinnovabili - Impianto a biomassa di produzione di energia da rifiuto -Autorizzazione - Procedimento unico ex Dlgs 387/2003 - Legittimità - Sussiste

  • Sentenza Consiglio di Stato 13 marzo 2014, n. 1217

    Energie rinnovabili - Impianti eolici - Autorizzazione unica ex Dlgs 387/2003 - Valutazione di impatto ambientale - Contenuti - Stima previsionale dell'impatto acustico - Necessità

  • Sentenza Consiglio di Stato 13 marzo 2014, n. 1179

    Energie rinnovabili - Autorizzazioni - Impianto a cogenerazione - Delibera 42/02 Autorità per l'energia - Prescrizioni - Rilevanza ai fini della costruzione e dell'esercizio di impianti a fonti rinnovabili - Esclusione

  • Sentenza Consiglio di Stato 10 marzo 2014, n. 1144

    Energia - Impianti a fonti rinnovabili - Autorizzazione unica (Dlgs 387/2003) - Procedimento - Conferenza dei servizi - Dissenso motivato Ente a tutela dell'ambiente - Superamento - Rispetto procedure ex legge 241/1990 - Necessità

  • Sentenza Corte Costituzionale 30 gennaio 2014, n. 13

    Energie rinnovabili - Impianti eolici - Autorizzazioni - Linee guida regionali - Imposizione di distanze minime tra gli impianti - Contrasto con principio nazionale di massima diffusione delle rinnovabili - Sussistenza - Illegittimità costituzionale

  • Sentenza Corte Costituzionale 17 dicembre 2013, n. 307

    Energia - Regione Puglia - Impianti idroelettrici - Impianti di potenza fino a 1 MW - Autorizzazione - Sottoposizione a procedura abilitativa semplificata (Pas) - Contrasto con il Dlgs 152/2006 che prevede la Via per impianti sopra 100 kW - Illegittimità costituzionale - Non sussiste

  • Sentenza Consiglio di Stato 12 novembre 2013, n. 5417

    Energia - Impianti a fonti rinnovabili - Autorizzazione unica - Dlgs 387/2003 - Domanda - Documentazione da allegare - Linee guida regionali - Carenza di documentazione - Incompleta integrazione - Conseguenze - Automatica caducazione della domanda - Esclusione

  • Sentenza Consiglio di Stato 4 novembre 2013, n. 5291

    Energie rinnovabili - Eolico - Installazione - Divieti assoluti - Zone di traffico aeroportuale - Poteri dell'Ente nazionale aviazione civile (Enac) - Vincoli a tutela del traffico aereo - Sussistono

  • Sentenza Consiglio di Stato 29 settembre 2013, n. 4755

    Energia - Impianto fotovoltaico - Realizzazione in area agricola - Ammissibilità - ussiste - Attuazione del principio europeo di sviluppo delle rinnovabili - Necessità

  • Sentenza Consiglio di Stato 9 settembre 2013, n. 4473

    Energia - Autorizzazione impianti fonti rinnovabili (articolo 12, Dlgs 387/2003) - Termine conclusione procedimento - Natura - Perentorietà - Obbligo della P.a. di concludere il procedimento - Sussiste

  • Sentenza Corte di Cassazione 19 giugno 2013, n. 26636

    Impianto fotovoltaico - Autorizzazione - Più impianti inferiori a 1 MW riconducibili a un unica iniziativa imprenditoriale - Elusione normativa sull'autorizzazione unica (Dlgs 387/2003) - Sussiste

  • Sentenza Corte Costituzionale 31 maggio 2013, n. 114

    Energia - Idroelettrico - Normativa provinciale - Realizzazione impianti fino a 3 MW - Pubblica utilità dell'opera - Esclusione - Contrasto con la disciplina statale (Dlgs 387/2003) - Non sussiste - Competenza legislativa provinciale in materia di pubblica utilità

  • Sentenza Corte di Cassazione 13 maggio 2013, n. 20403

    Energia - Impianti fotovoltaici - Costruzione in assenza del titolo autorizzatorio (Dlgs 387/2003, articolo 44 Dpr 380/2001) - Sequestro - Esigenze cautelari anche dopo la realizzazione dell'impianto - Sussistono

  • Sentenza Consiglio di Stato 6 maggio 2013, n. 2410

    Territorio - Autorizzazione Paesaggistica - Situazione compromessa da preesistenti realizzazioni - Ulteriore deturpazione - Non ammessa

  • Sentenza Corte Costituzionale 3 maggio 2013, n. 80

    Energie rinnovabili - Linee guida 2009 autorizzazione impianti Fer Regione Sicilia approvate con regolamento - Successiva legge regionale - Rinvio alle Linee guida - Conseguenze - "Legificazione" delle Linee guida - Non sussiste - Assenza della volontà del Legislatore di conferire rango di norma primaria al regolamento regionale

  • Sentenza Consiglio di Stato 30 aprile 2013, n. 2359

    Territorio - Beni paesaggistici - Autorizzazione paesaggistica - Rilascio - Esame della Soprintendenza - Termine - Decorrenza - Dal ricevimento della documentazione completa

  • Sentenza Consiglio di Stato 12 aprile 2013, n. 1991

    Territorio - Edilizia - Beni paesaggistici - Autorizzazione paesaggistica - Potere di annullamento della Soprintendenza - Riesame di merito - Esclusione - Mero controllo di legittimità

  • Sentenza Consiglio di Stato 24 gennaio 2013 n. 434

    Energia - Impianto fotovoltaico - Autorizzazione - Conferenza dei servizi -Espressione del dissenso - Modalità - Congrua motivazione - Necessità del titolo di proprietà dell'area ove realizzare le opere connesse (articolo 12, comma 4-bis, Dlgs 387/2003) - Esclusione

  • Sentenza Consiglio di Stato 15 gennaio 2013, n. 220

    Energie rinnovabili - Impianto eolico - Autorizzazione unica - Conferenza dei servizi - Dissenso Amministrazione locale preposta alla tutela ambientale e paesaggistica - Superamento - Deliberazione del Consiglio dei Ministri - Conferma del dissenso - Motivazione particolare - Necessità - Esclusione

  • Sentenza Corte di Cassazione 10 gennaio 2013, n. 1260

    Energie rinnovabili - Impianto fotovoltaico - Autorizzazione unica - Assenza del titolo - Sanzioni - Esercizio abusivo dell'impianto - Applicabilità delle sanzioni - Sussiste

  • Sentenza Consiglio di Stato 23 novembre 2012, n. 5895

    Impianti eolici - Autorizzazione unica (AU) - Termine conclusione procedimento - Natura - Perentoria - Via - Natura - Endoprocedimento all'interno dell'AU - Inerzia Autorità competente in materia di Via - Esercizio poteri sostitutivi Autorità competente per l'AU

  • Sentenza Consiglio di Stato 14 novembre 2012, n. 5751

    Edilizia - Denuncia di inizio attività (Dia) - Esercizio del potere inibitorio da parte della P.a. - Termine di 30 giorni - Natura - Peretorietà - Ordine di demolizione del manufatto edilizio - Intervento dopo il decorso di 30 giorni dalla Dia - Procedimento in autotutela - Necessità

  • Sentenza Consiglio di Stato 23 ottobre 2012, n. 5413

    Impianti a fonti rinnovabili - Autorizzazione unica ex Dlgs 387/2003 - Termine di conclusione del procedimento - Natura - Perentorietà

  • Sentenza Corte Costituzionale 11 ottobre 2012, n. 224

    Energia - Impianti eolici - Legge regionale - Individuazione aree idonee agli impianti - Implicita esclusione di tutte le restanti aree - Ribaltamento principio generale in materia di energia di individuazione aree non idonee - Illegittimità costituzionale

  • Sentenza Consiglio di Stato 3 ottobre 2012, n. 5199

    Atti amministrativi - Autotutela - Esercizio - Attività discrezionale - Istanza di parte - Obbligo di provvedere - Non sussiste

  • Sentenza Consiglio di Stato 10 settembre 2012, n. 4780

    Impianti a fonti rinnovabili - Autorizzazione - Linee guida nazionali (Dm 10 settembre 2010) - Applicazione - Esclusione - Vigenza della disciplina precedente - Impianti già completi dei pareri ambientali alla data del 1° gennaio 2011

  • Sentenza Consiglio di Stato 10 settembre 2012, n. 4768

    Impianti a fonti rinnovabili - Autorizzazione - Diniego regionale - Motivi - Superamento potenza massima autorizzabile in Regione - Contrasto con normativa comunitaria di sviluppo delle rinnovabili - Sussiste

  • Sentenza Consiglio di Stato 1° agosto 2012, n. 4400

    Energia - Impianti a fonti rinnovabili - Autorizzazione unica - Conferenza dei servizi - Disciplina - Ente competente - Amministrazione titolare all'emanazione del provvedimento finale

  • Sentenza Consiglio di Stato 17 aprile 2012, n. 3039

    Impianti a fonti rinnovabili - Autorizzazione unica regionale - Procedimento - Conferenza dei servizi - Dissenso Soprintendenza - Superamento - Esclusione - Nullità autorizzazione - Sussiste

  • Sentenza Consiglio di Stato 17 aprile 2012, n. 3039

    Impianti a fonti rinnovabili - Autorizzazione unica regionale - Procedimento - Conferenza dei servizi - Dissenso Soprintendenza - Superamento - Esclusione - Nullità autorizzazione - Sussiste

  • Sentenza Consiglio di Stato 9 maggio 2012, n. 2683

    Territorio - Permesso di costruire - Legittimità del titolo - Annullamento d'ufficio - Presupposti - Interesse concreto e attuale all'annullamento - Necessità

  • Sentenza Consiglio di Stato 27 aprile 2012, n. 2473

    Energia - Impianti a fonti rinnovabili - Autorizzazione - Permesso di costruire -Equivalenza con autorizzazione unica - Esclusione

  • Sentenza Consiglio di Stato 19 marzo 2012, n. 1534

    Boschi - Natura e consistenza - Cave - Coltivazione - Aree di divieto individuate dal Piano regionale - Compatibilità

  • Sentenza Consiglio di Stato 18 gennaio 2012, n. 173

    Autorizzazione paesaggistica - Procedimento comunale - Poteri della Soprintendenza - Segnalazione di carenza di motivazione - Legittimità

  • Sentenza Corte Costituzionale 23 novembre 2011, n. 310

    Impianti a fonti rinnovabili - Procedimenti autorizzatori - Norme regionali recanti misure preferenziali in favore degli enti pubblici - Illegittimità costituzionale

  • Sentenza Corte Costituzionale 11 novembre 2011, n. 308

    Energie rinnovabili - Impianti - Individuazione aree non idonee - Potere delle Regioni - Presupposti - Divieti regionali generalizzati alla realizzazione - Illegittimità costituzionale

  • Sentenza Consiglio di Stato 25 luglio 2011, n. 4454

    Processo amministrativo - Termini assegnati alle parti - Scadenza - Giorno di sabato - Proroga automatica al primo giorno non festivo - Sussiste

  • Sentenza Consiglio di Stato 5 luglio 2011, n. 4037

    Autorizzazione impianto eolico - Legittimità - Giudicato amministrativo - Elusione e violazione - Presupposti - Sviamento di potere - Atto della Soprintendenza - Contenuti - Sussiste

  • Sentenza Corte Costituzionale 15 giugno 2011, n. 192

    Energia - Impianti fotovoltaici - Autorizzazioni - Legge regionale - Fissazione di una moratoria alla realizzazione - Illegittimità costituzionale

  • Sentenza Corte Costituzionale 11 febbraio 2011, n. 44

    Acque - Dlgs 152/2006 - Scarichi - Competenza statale - Sussiste

  • Sentenza Consiglio di Stato 19 gennaio 2011, n. 371

    Beni ambientali - Piano paesistico - Individuazione degli interventi incompatibili - Regime di immodificabilità

  • Sentenza Consiglio di Stato 15 dicembre 2010, n. 8934

    Autorizzazione paesaggistica - Competenza del Comune - Contenuti dell'atto - Carenza di puntuale motivazione - Annullamento della Soprintendenza - Legittimità

  • Sentenza Consiglio di giustizia amministrativa per la Regione siciliana 4 novembre 2010, n. 1368

    Energia - Autorizzazione unica ex Dlgs 387/2003 per la realizzazione di impianti a fonti rinnovabili - Superamento dei termini massimi per l'emanazione del provvedimento finale -  Illecito civile della pubblica amministrazione - Risarcimento danni - Sussiste

  • Sentenza Consiglio di Stato 17 giugno 2010, n. 3851

    Autorizzazione unica per la costruzione degli impianti eolici - Sospensione dei lavori non imputabile al soggetto autorizzato - Vincolo paesaggistico sopravvenuto - Non opponibile

  • Sentenza Corte Costituzionale 4 giugno 2010, n. 194

    Energia - Energie rinnovabili - Autorizzazioni - Lr Molise 7 giugno 2009, n. 22, articolo 3, comma 1 - Competenza del Comune per impianti di potenza fino a 1 MW - Illegittimità

  • Sentenza Corte Costituzionale 6 maggio 2010, n. 168

    Energia - Energie rinnovabili - Impianti eolici - Sospensione sine die dei procedimenti di autorizzazione sino all'individuazione, da parte dei Comuni, degli ambiti territoriali nei quali potranno essere realizzati gli impianti medesimi - Illegittimità

  • Sentenza Corte Costituzionale 1° aprile 2010, n. 124

    Energia - Impianti di produzione da fonti rinnovabili - Lr Calabria 42/2008 - Previsione di limiti alla produzione - Contrasto con il protocollo di Kyoto e con la direttva 2001/77/Ce

  • Sentenza Corte Costituzionale 26 marzo 2010, n. 119

    Energia - Impianti a fonti rinnovabili - Autorizzazione - Lr Puglia 31/2008 - Illegittimità costituzionale degli articoli 1, 2, commi 1 e 2, 3, 4, 7, comma 1

  • Sentenza Corte Costituzionale 17 marzo 2010, n. 101

    Autorizzazione paesaggistica - Proroga disciplina transitoria adottata dalla Regione - Illegittimità costituzionale

  • Sentenza Consiglio di Stato 26 febbraio 2010, n. 1139

    Autorizzazione unica per gli impianti alimentati da fonti rinnovabili - Mancata adozione della pianificazione comunale - Moratoria sulle nuove autorizzazioni - Responsabilità del Comune - Condanna

  • Sentenza Consiglio di Stato 22 febbraio 2010, n. 1013

    Impianti eolici - Conflitto tra l'interesse ambientale e l'interesse paesaggistico - Valutazione di merito - Competenza - Amministrazione regionale

  • Sentenza Consiglio di Stato 22 febbraio 2010, n. 1020

    Autorizzazione unica per la costruzione di impianti alimentati da fonti rinnovabili - Dissenso delle P.a. coinvolte - Necessità di esprimere il dissenso in sede di Conferenza di servizi - Sussiste

  • Sentenza Corte Costituzionale 6 novembre 2009, n. 282

    Giudizio di legittimità costituzionale in via principale. Energia - Norme della Regione Molise - Disciplina degli insediamenti di impianti eolici e fotovoltaici sul territorio della Regione - Individuazione di aree ritenute non idonee all'installazione

  • Sentenza Consiglio di Stato 11 dicembre 2007, n. 6388

    Permesso di costruire – Installazione, in zona agricola, di un impianto fotovoltaico – Parere favorevole del Comune subordinato all’approvazione di un Piano aziendale da parte dell’Ispettorato Agrario Regionale (IRA) – Lr n. 11/04 – Necessarietà dell’autorizzazione ex Dlgs 387/2003 e della redazione di un Piano aziendale ex articolo 44 Lr 11/2004 – Qualificazione dell’energia da produzione fotovoltaica, effettuata dagli imprenditori agricoli, come connessa all’attività agricola e produttiva di reddito agrario – Illegittimità – Non sussiste – Infondatezza del ricorso – Nullità – Sussiste

  • Sentenza Corte Costituzionale 9 novembre 2006, n. 364

    Impianti di produzione energia eolica - Autorizzazione per costruzione ed esercizio - Legislazione concorrente Stato/Regioni ex articolo 117, comma 3, Costituzione - Principi fondamentali ex Dlgs 387/2003 - Termine massimo di 180 giorni per procedura autorizzatoria - Provvedimento regionale che stabilisce termine superiore - Illegittimità costituzionale - Sussiste


Consiglio di Stato

Sentenza 20 settembre 2012, n. 4997

 

Repubblica italiana

In nome del popolo italiano

 

Il Consiglio di Stato

in sede giurisdizionale (Sezione Sesta)

 

ha pronunciato la presente

 

Sentenza

 

sul ricorso numero di registro generale 593 del 2012, proposto da:

Ministero per i beni e le attività culturali, in persona del Ministro e legale rappresentante pro tempore, rappresentato e difeso dall'Avvocatura generale dello Stato (omissis);

 

contro

(omissis) Spa, in persona del legale rappresentante, rappresentata e difesa dall'avvocato (omissis);

 

per la riforma

della sentenza del Tar Umbria — Perugia: Sezione I n. 153/2011, resa tra le parti, concernente Annullamento in autotutela di pareri espressi circa l'autorizzazione paesaggistica per realizzazione impianto eolico

Visti il ricorso in appello e i relativi allegati;

Visto l'atto di costituzione in giudizio di (omissis) Spa;

Viste le memorie difensive;

Visti tutti gli atti della causa;

Relatore nell'udienza pubblica del giorno 26 giugno 2012 il Consigliere di Stato (omissis) e uditi per le parti l'avvocato (omissis), per delega dell'avvocato (omissis), e l'avvocato dello Stato (omissis);

Ritenuto e considerato in fatto e diritto quanto segue.

 

Fatto e diritto

1. Il Ministero per i beni e le attività culturali impugna la sentenza del Tribunale amministrativo regionale dell'Umbria 31 maggio 2011 n. 153 che, in accoglimento del ricorso proposto dalla società (omissis) Spa, ha annullato gli atti di autotutela delle autorizzazioni paesaggistiche funzionali alla realizzazione di un impianto eolico in località (omissis), nel Comune di Stroncone, già rilasciate dalla odierna amministrazione appellante e quindi oggetto di ritiro a mezzo degli atti gravati in primo grado impugnati. L'Amministrazione appellante si duole della erroneità della gravata sentenza in ragione del fatto che l'esercizio dell'autotutela, estrinsecatosi a mezzo degli atti in primo grado impugnati, sarebbe risultato pienamente giustificato dalle emergenze istruttorie poste a base dell'atto gravato, alla luce delle quali sarebbe risultata evidente, sotto svariati profili, l'incompatibilità dell'intervento con i valori paesaggistici espressi dal territorio ove l'impianto eolico avrebbe dovuto essere realizzato; di qui anche la inconsistenza, a parere della Amministrazione appellante, dei prospettati vizi partecipativi del procedimento, dedotti dalla appellata società nei motivi di ricorso di primo grado ed inopinatamente fatti propri dal giudice di prime cure nella impugnata sentenza di accoglimento.

Si è costituita in giudizio la società appellata per resistere al ricorso e per chiederne la reiezione.

All'udienza del 26 giugno 2012 la causa è stata trattenuta per la sentenza.

2. L'appello è infondato e va respinto.

2.1 Con la impugnata sentenza il Tar è pervenuto all'accoglimento del ricorso sulla base dei seguenti argomenti: a) anzitutto, conformemente a quanto dedotto dalla ricorrente di primo grado, non sarebbe condivisibile che l'esercizio dell'autotutela decisoria possa essere funzionale all'annullamento di un'autorizzazione paesaggistica rilasciata dall'Autorità comunale e non tempestivamente annullata dalla competente Soprintendenza nel termine decadenziale di sessanta giorni di cui all'articolo 159 del Dlgs n. 42 del 2004; b) in ogni caso, anche ad ammettere che il potere di annullamento dell'Amministrazione centrale resti inalterato, nonostante il decorso del termine per il suo esercizio, lo stesso deve comunque rispettare le condizioni procedimentali e motivazionali per il suo corretto esercizio, trattandosi pur sempre di attività di secondo grado incidente su situazioni giuridiche medio tempore consolidatesi ed astretta pertanto a stringenti limiti applicativi; c) nel caso specifico, le puntuali ragioni ostative, individuate dalla Soprintendenza per i beni architettonici ed il paesaggio dell'Umbria, in relazione al rilascio della autorizzazione paesaggistica per la realizzazione dell'impianto eolico di che trattasi non si rivelano fondate, alla luce delle specifiche considerazioni espresse in sentenza in relazione a ciascun motivo ostativo.

Ritiene il Collegio che la sentenza impugnata resista ai motivi d'appello e meriti quindi di essere confermata.

È in contestazione la legittimità degli atti con i quali la Amministrazione appellante ha disposto l'annullamento in autotutela delle autorizzazioni paesaggistiche rilasciate dall'Autorità comunale e validate dalla stessa Soprintendenza per i beni architettonici ed il paesaggio dell'Umbria, in esito all'esercizio dei poteri di cui all'articolo 159 del Dlgs n. 42 del 2004, nell'ambito del procedimento avviato dalla società (omissis) Spa per la realizzazione di un impianto eolico a sei torri nel Comune di Stroncone.

2.2— Al proposito, vanno anzitutto condivise le considerazioni svolte dai primi giudici in ordine alla dubbia legittimità, nell'ambito dello schema procedimentale di cui all'articolo 159 del Dlgs n. 42 del 2004, dell'esercizio del potere di annullamento ministeriale anche oltre lo spirare del prescritto termine di sessanta giorni entro cui la Soprintendenza può annullare l'autorizzazione paesaggistica rilasciata dalla regione o dall'ente locale delegato.

Il riconoscimento di siffatto potere contrasta in effetti con la natura pacificamente perentoria di quel termine e con gli effetti decadenziali che per giurisprudenza costante si riconnettono al suo inutile decorso. Nel caso di specie è pacifico che l'atto di annullamento in autotutela, recante la data del 12 febbraio 2010, sia intervenuto tardivamente sia con riguardo all'autorizzazione paesaggistica n. 42 del 30 giugno 2009 rilasciata dal Comune di Stroncone sul progetto in variante sia, a fortiori, in relazione all'originaria autorizzazione comunale n. 6 del 12 aprile 2008 ( ed ai pareri positivi espressi dalla Soprintendenza con le note n. 9621 del 17 giugno 2008 e n. 15390 del 21 agosto 2008).

2.3 Ove poi si volesse sostenere che nel caso in esame l'Amministrazione abbia attinto ( non già ai poteri speciali di controllo di cui al regime transitorio recato dall'articolo 159 del Codice dei beni culturali e del paesaggio) bensì al generale potere di riesame, consustanziale all'attività provvedimentale amministrativa ed di per sé inestinguibile, e che pertanto non venga in gioco in questa sede il potere di annullamento di cui alla citata disposizione transitoria del Codice del paesaggio (e le specifiche regole, anche procedimentali, che lo riguardano), appaiono in ogni caso dirimenti le considerazioni svolte dai giudici di primo grado a proposito della conclamata violazione delle regole procedimentali di cui la legge impone l'osservanza in materia di autotutela decisoria.

Ed invero, stante la pacifica natura discrezionale dell'atto di annullamento d'ufficio in primo grado impugnato ( intervenuto a distanza di notevole lasso temporale dal formarsi dei provvedimenti abilitativi nell'ambito del procedimento di autorizzazione unica all'impianto eolico rilasciato dal sindaco di Stroncone il 23 gennaio 2009, ai sensi dell'articolo 12 del Dlgs n. 387 del 2003), risultava in ogni caso necessario dar corso – ciò che è stato illegittimamente omesso – alla comunicazione d'avvio del procedimento di ritiro, ai sensi dell'articolo 7 della legge 7 agosto 1990 n. 241.

Non par dubbio, infatti, che la società appellata avrebbe potuto offrire in sede procedimentale ogni utile apporto collaborativo al fine di superare le sopravvenute ragioni ostative individuate dalla Autorità soprintendentizia, tanto più che la stessa aveva accuratamente predisposto ogni atto istruttorio in funzione dell'ottenimento delle autorizzazioni necessarie alla realizzazione dell'intervento.

3. In ogni caso, ulteriore censura dirimente – che resiste alle censure d'appello – posta a fondamento del ricorso di primo grado e favorevolmente apprezzata dai giudici di primo grado risiede nella omessa valutazione comparativa degli interessi contrapposti che, nei procedimenti di secondo grado (articolo 21-nonies della legge 7 agosto 1990 n. 241), non tollera eccezioni di sorta, per quanto rilevante possa essere l'interesse pubblico a salvaguardia del quale l'autotutela viene in concreto esercitata.

Dispone infatti il citato articolo 21-nonies della legge sul procedimento che il provvedimento amministrativo illegittimo ai sensi dell'articolo 21-octies può essere annullato d'ufficio, sussistendone le ragioni di interesse pubblico, entro un termine ragionevole e tenendo conto degli interessi dei destinatari e dei controinteressati, dall'organo che lo ha emanato, ovvero da altro organo previsto dalla legge.

Nel caso in esame è completamente mancata da parte dell'Autorità procedente ogni valutazione al riguardo, il che è particolarmente grave se si tien conto che l'atto di annullamento è intervenuto a distanza di molti mesi dalle originarie autorizzazioni (in realtà, l'autorizzazione paesaggistica del 30 giugno 2009 sul progetto di variante ha lasciato impregiudicate le pregresse valutazioni del giugno e dell'agosto del 2008 riguardo alla compatibilità paesaggistica dell'intervento secondo l'originario progetto, stante la esiguità delle modifiche proposte in variante, incidenti soltanto sul tracciato delle opere accessorie) e che si era dunque formato un legittimo affidamento, in capo alla odierna società appellata, alla finalizzazione dell'intervento, peraltro implicante non marginali impegni finanziari anche soltanto per la elaborazione del progetto e della documentazione strumentale al procedimento autorizzatorio.

4. Da ultimo, per completezza, va osservato che non risultano in ogni caso fondate le supposte ragioni ostative alla realizzazione dell'impianto eolico di che trattasi manifestate dalla Soprintendenza nell'atto in primo grado impugnato, tenuto conto in particolare delle seguenti circostanze:

— nello studio di valutazione dell'impatto ambientale (comprendente l'analisi faunistica del sito) era stato congruamente apprezzato l'impatto dell'impianto eolico sull'ecosistema, con esito positivo per l'assentibilità del progetto;

— il ricorso straordinario proposto da Italia Nostra avverso l'autorizzazione regionale n. 12523 del 27 dicembre 2007 non interferisce sul piano oggettuale nel procedimento di autorizzazione paesaggistica ( cui si riferisce l'attività amministrativa oggetto della scrutinio giurisdizionale di questa sede), riguardando quel ricorso profili naturalistico— ambientali non necessariamente coincidenti con gli aspetti di tutela del paesaggio, costituenti forma concorrente ma non sovrapponibile di tutela del territorio;

— in conferenza di servizi era stato acquisito parere favorevole all'intervento da parte del presidente del condominio degli usi civici di Vasciano, di tal che doveva ritenersi superata la questione afferente la sussistenza del vincolo ostativo derivante da un uso civico sul sito oggetto di intervento;

— non appare sussistere la dedotta violazione delle distanze e dei criteri di localizzazione degli impianti, posto che la delibera di Giunta regionale n. 729/ 2005 si preoccupa al proposito di fissare distanze minime dai "centri abitati" e dai "nuclei abitati" al cui novero non è tuttavia aggregabile, ai sensi dell'articolo 3 del Codice della strada, la frazione di Vasciano, mentre la distanza dagli immobili di valore monumentale (in particolare, Speco di S. Francesco) risulta tale da non generare interferenze visive pregiudizievoli.

5. In definitiva, l'appello va respinto e va confermata la impugnata sentenza.

Le spese del presente grado di giudizio possono essere compensate tra le parti, ricorrendo giusti motivi.

 

PQM

 

Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) definitivamente pronunciando sull'appello (rg n. 593/2012) , come in epigrafe proposto, lo respinge .

Spese compensate.

Ordina che la presente sentenza sia eseguita dall'Autorità amministrativa.

Così deciso in Roma nella camera di consiglio del giorno 26 giugno 2012 con l'intervento dei Magistrati:

(omissis)

 

Depositata in segreteria il 20 settembre 2012.

Annunci Google
  • ReteAmbiente s.r.l.
  • via privata Giovanni Bensi 12/5,
    20152 Milano

    Tel. 02 45487277
    Fax 0245487333

    R.E.A. MI - 2569357
    Registro Imprese di Milano - Codice Fiscale e Partita IVA 10966180969

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598